Pages Menu
Facebook
Categories Menu
Depressione Maggiore

Depressione Maggiore

Che cos’è il disturbo Il disturbo che comunemente chiamiamo depressione si definisce in ambito clinico depressione maggiore. Si tratta di un disturbo dell’umore caratterizzato dai seguenti sintomi o segni: * umore depresso o tristezza per la maggior parte del giorno; * riduzione della capacità di provare piacere o interesse nelle attività che in passato procuravano soddisfazione; * sentimenti di irritabilità e disforia (uno stato in cui si alternano emozioni di ansia, apatia e irritabilità); * senso di fatica e sensazione di non essere in grado di svolgere le attività quotidiane; * sensi di colpa, autosvalutazione e sensazione di essere un fallito; * pensieri di morte o idee suicidarie; * difficoltà a prestare attenzione, a concentrarsi e a prendere decisioni; * alterazioni del sonno: sonnolenza, insonnia o ipersonnia; * riduzione o aumento dell’appetito e significativo aumento o perdita di peso; * riduzione del desiderio sessuale. È raro che una persona depressa abbia contemporaneamente tutti i sintomi riportati nell’elenco, ma se soffre quotidianamente dei primi due sintomi e di almeno altri...

Read More
Disturbo d’Ansia Generalizzata

Disturbo d’Ansia Generalizzata

Che cos’è il disturbo Il Disturbo d’Ansia Generalizzato (DAG) è caratterizzato principalmente da un’eccessiva preoccupazione in relazione ad alcuni eventi quotidiani e al ricorso alla rimuginazione come tentativo principale di risoluzione. Questo eccessivo periodo di preoccupazione non è inferiore ai 6 mesi e inoltre, non risulta associato a specifiche circostanze, come può capitare per altri disturbi d’ansia. L’individuo manifesta una forte difficoltà a controllare la rimuginazione e presenta almeno tre dei seguenti sintomi: * Irrequietezza * facile affaticamento * difficoltà di concentrazione * tensione muscolare * sonno disturbato Gli individui che soffrono di DAG riferiscono generalmente le tipiche sensazioni dell’ansia ma l’aspetto che più contraddistingue questo disturbo dagli altri è l’elevato ricorso al rimuginio che diviene problematico in quanto alimenta ricorsivamente le preoccupazioni iniziali e l’ansia ad esse associate. L’aspetto clinico non è nei contenuti del rimuginio ma nel suo rivelarsi non controllabile da parte del soggetto. Come si manifesta Il soggetto con DAG vive come se si aspettasse un evento catastrofico da un momento all’altro e le sue...

Read More
Fobia sociale

Fobia sociale

  Che cos’è il disturbo La Fobia Sociale è un disturbo d’ansia caratterizzato dal timore di esporsi a una o più situazioni sociali o di eseguire in pubblico alcune semplici e comuni operazioni pratiche, valutate dal soggetto come vere e proprie prestazioni. I soggetti che presentano Fobia Sociale, temono di apparire imbarazzati e di venire giudicati dagli altri come ansiosi, deboli, strani, impacciati, stupidi o addirittura come “pazzi”. Tutte le situazioni condividono, comunque, la credenza dell’individuo di essere osservato, di essere giudicato e di essere valutato negativamente, come soggetto inadeguato e ridicolo. Quando il timore è esteso alla maggior parte delle situazioni sociali allora si parla di fobia sociale generalizzata. Come conseguenza di questi timori il soggetto tende ad evitare situazioni sociali che possano innescare il suo timore. Come si manifesta Sebbene la fobia sociale sia caratterizzata da diversi sintomi, l’aspetto centrale è la paura di affrontare le situazioni in cui si è potenzialmente esposti al giudizio degli altri. Tale timore si manifesta inizialmente con ansia anticipatoria che si...

Read More
Ipocondria

Ipocondria

  Che cos’è il disturbo L’ipocondria è anche definita come uno stato d’ansia connesso con lo stato di salute. E’ la credenza, basata sull’interpretazione erronea di segni o sintomi fisici, di avere o di stare sviluppando una grave patologia, senza che un’accurata valutazione medica abbia identificato motivi sufficienti per giustificare tali timori. La preoccupazione può riguardare funzioni corporee come il battito cardiaco o la respirazione, alterazioni fisiche di lieve entità come ad esempio piccole ferite o un banale raffreddore, oppure sensazioni fisiche indistinte o confuse come una “strana stanchezza”. La persona attribuisce questi sintomi o segni alla malattia sospettata ed è molto preoccupata per il loro significato e per la loro causa. Le preoccupazioni possono riguardare numerose malattie , in momenti diversi o simultaneamente. Di solito leggere notizie riguardanti malattie può innescare preoccupazioni a riguardo. Di solito le rassicurazione dei medici non riescono a dissipare questi timori ma la ricerca di rassicurazione porta i soggetti a consultare continuamente specialisti e medici. Come si manifesta L’immagine di sé, nei soggetti...

Read More
Disturbo Bipolare

Disturbo Bipolare

Che cos’è il disturbo I disturbi bipolari, conosciuti anche come disturbi maniaco depressivi, sono un insieme di quadri clinici caratterizzati da una grave alterazione dell’umore, quindi delle emozioni, dei pensieri e dei comportamenti che si alternano tra una fase depressiva ed una maniacale (o ipomaniacale) intervallati spesso anche da periodi asintomatici; quando la persona si trova nella fase maniacale può sentirsi pieno di energie, con ridotto bisogno di dormire e di mangiare; è esposto a comportamenti pericolosi e spesso commette azioni impulsive. Il flusso dei pensieri è tipicamente accelerato e il comportamento risulta spesso inconcludente; il senso di autostima è elevato e le valutazione che compie il soggetto sono spesso alterate. Durante la fase depressiva il soggetto invece può cadere nella disperazione più assoluta caratterizzata da diminuzione delle energie, senso di stanchezza, apatia e, nei casi più gravi anche da ideazione suicidaria. Quando l’alterazione passa da uno stato all’altro in modo non definitivo (cioè non è completamente depresso né completamente in mania)  si può presentare, invece, lo stato misto....

Read More
Schizofrenia e altri Disturbi Psicotici

Schizofrenia e altri Disturbi Psicotici

  Che cos’è il disturbo Sotto la categoria di disturbi psicotici rientra un gruppo eterogeneo di disturbi accomunati dalla presenza, anche non contemporanea, dei seguenti fenomeni sintomatici: Disturbi formali del pensiero: rappresentano quella serie di sintomi che possiamo definire di alterazione cognitiva del soggetto per cui il flusso dei pensieri e del linguaggio viene ad essere gravemente compromesso. Disturbi del contenuto del pensiero: si tratta di ideazione delirante, cioè di un’attività di pensiero fortemente illogica ma sostenuta dal soggetto con una solida convinzione (ad esempio il soggetto può sostenere con convinzione di essere in missione per conto degli alieni o di essere il responsabile dell’attacco alle torri gemelle) Si assiste spesso anche alla comparsa di comportamento eccentrico, eloquio disorganizzato, o convinzioni stravaganti. Disturbi della percezione: quando cioè l’esperienza percettiva è anormale e possono esserci allucinazioni visive, tattile, uditive (ad esempio il soggetto può udire voci o vedere persone laddove non sono presenti) Impoverimento ideoaffettivo: sono i cosiddetti sintomi negativi (apatia, abulia, anaffettività), spesso accompagnati anche da ritiro sociale. Una...

Read More
Disturbo Ossessivo-Compulsivo

Disturbo Ossessivo-Compulsivo

  Che cos’è il disturbo Il disturbo ossessivo-compulsivo (DOC) è uno dei disturbi d’ansia più frequenti. Si caratterizza per la presenza di due elementi: le ossessioni e le compulsioni (sebbene in alcuni casi possano presentarsi ossessioni senza compulsioni e viceversa). Le ossessioni sono pensieri, immagini mentali o impulsi che si manifestano ripetutamente nella mente di una persona e che sono percepiti come sgradevoli ed intrusivi. Sono fenomeni mentali involontari che infastidiscono molto le persone che ne soffrono, perché sfuggono al loro controllo e perché provocano emozioni negative (es. paura, disgusto, senso di colpa, ecc.). Le compulsioni sono dei comportamenti ripetitivi (es. lavarsi le mani, controllare se lo sportello della macchina è stato chiuso, riordinare) o delle azioni mentali (es. contare, pregare, ripetere formule superstiziose), messi in atto per ridurre il senso di disagio e l’ansia provocati dai pensieri ossessivi. Spesso assumono la forma di rituali o di cerimoniali, cioè l’esecuzione delle compulsioni si basa sulla messa in atto di alcuni comportamenti o azioni mentali secondo certe regole o criteri...

Read More
Bulimia Nervosa

Bulimia Nervosa

    Che cos’è il disturbo La bulimia nervosa è un disturbo del comportamento alimentare caratterizzato dai seguenti aspetti:   abbuffate ricorrenti: una persona “si abbuffa” quando assume una grande quantità di cibo ed  ha la sensazione di perdere il controllo mentre mangia (cioè non è capace di evitare di mangiare o di smettere di mangiare una volta iniziato); con l’espressione “grande quantità di cibo” si intende una dose più abbondante rispetto a quella che verrebbe consumata normalmente da una persona media nella stessa situazione;   comportamenti di compenso: che seguono le abbuffate, finalizzati a prevenire l’aumento di peso; tra questi troviamo: vomito provocato volontariamente, uso improprio di lassativi e diuretici, eccessivo esercizio fisico, uso di farmaci anoressizzanti;   persistenti preoccupazioni riguardanti l’alimentazione: chi soffre di bulimia pensa insistentemente al cibo ed ha un forte desiderio o bisogno compulsivo di mangiare;   persistenti preoccupazioni per il peso e le forme corporee: chi soffre di bulimia è fortemente e continuamente preoccupato di ingrassare e/o di sentirsi, vedersi o apparire grasso...

Read More
Anoressia Nervosa

Anoressia Nervosa

  Che cos’è il disturbo L’anoressia Nervosa è un disturbo del comportamento alimentare che si caratterizza per il rifiuto di mantenere il peso al di sopra o al livello minimo normale per l’età e la statura, disturbi nel modo in cui sono percepiti il peso e le forme corporee, un’eccessiva attenzione al corpo, al peso e alle forme corporee e amenorrea (assenza di ciclo per tre mesi consecutivi) per le donne. Come si manifesta L’esordio avviene quasi sempre in seguito ad un evento stressante o dopo una dieta improvvisa e molto rigida. Dopo uno stato di euforia legato al raggiungimento dei proprio obiettivi, il soggetto arriva a  perdere il controllo sulla propria alimentazione. Nonostante si arrivi a condizioni di sottopeso, ci si continua a percepire alcune parti del corpo come “troppo grasse” e così si intraprendono, oltre a diete sempre più rigide, anche condotte di vomito auto-indotto, uso improprio di lassativi o diuretici, riduzione del numero dei pasti al giorno e attività fisica eccessiva. Il soggetto a questo punto...

Read More
Disturbo da Attacchi di Panico

Disturbo da Attacchi di Panico

  Che cos’è il disturbo Gli Attacchi di Panico vengono descritti come un’improvvisa e inaspettata manifestazione d’ansia caratterizzata da una serie di sintomi somatici o cognitivi che aumentano progressivamente e si manifestano e raggiungono il loro apice entro un periodo di 10 minuti. Si ha un Attacco di Panico quando si manifestano almeno 4 dei seguenti sintomi: * palpitazioni, cardiopalmo o tachicardia * sudorazione * tremori fini o a grandi scosse * dispnea o sensazione di soffocamento * sensazione di asfissia * dolore o fastidio al petto * nausea o disturbi addominali * sensazioni di sbandamento, di instabilità, di testa leggera o di svenimento * derealizzazione (sensazione di irrealtà) o depersonalizzazione (essere distaccati da se stessi) * paura di perdere il controllo o di impazzire * paura di morire * parestesie (sensazioni di torpore o di formicolio) * brividi o vampate di calore. Quando gli Attacchi di Panico sono inaspettati e ripetuti si parla di Disturbo di Panico in cui le caratteristiche principali sono la preoccupazione persistente di avere...

Read More
Disturbo Evitante di Personalità

Disturbo Evitante di Personalità

  1. Che cos’è il disturbo Il Disturbo Evitante di Personalità è un disturbo di personalità caratterizzato da un quadro pervasivo di inibizione sociale, sentimenti di inadeguatezza ed ipersensibilità al giudizio che compare entro la prima età adulta, con la presenza di almeno quattro dei seguenti sintomi: evitamento delle attività lavorative che implicano significativi contatti interpersonali, per il timore di essere criticati, rifiutati o disapprovati riluttanza ad entrare in relazione con le altre persone, a meno che non si è certi di piacere inibizione nelle relazioni intime per il timore di essere umiliato o ridicolizzato preoccupazione di essere criticato o rifiutato in situazioni sociali inibizione nelle situazioni interpersonali nuove, per sentimenti di inadeguatezza percezione di sé come socialmente inetto, personalmente non attraente o inferiore agli altri riluttanza ad assumere rischi personali o a intraprendere nuove attività poiché potrebbe essere imbarazzante Il disturbo evitante è un disturbo di personalità caratterizzato dalla convinzione radicata del soggetto di valere poco; ciò porta la persona a sentire un profondo senso di inadeguatezza nella...

Read More
Disturbo Dipendente di Personalità

Disturbo Dipendente di Personalità

                              Che cos’è il disturbo Il Disturbo Dipendente di Personalità, caratterizza i soggetti che si sentono fondamentalmente inadeguati e indifesi e pertanto, incapaci di affrontare il mondo con le loro sole forze. La soluzione che si danno per affrontare le difficoltà della vita è quella di affiancarsi a qualcuno che sembri capace di affrontarla, che li protegga e che si prenda cura di loro. Questo spesso comporta per il soggetto dipendente la subordinazione dei bisogni e dei desideri in cambio di cure e ha come conseguenza diretta l’impossibilità, affidandosi all’altro, di sviluppare autonomamente e padroneggiare le abilità necessarie all’autonomia. Essendo per loro la relazione di massima importanza si sentono smarriti, vuoti e inutili senza la presenza di una persona al loro fianco e tendono a vivere qualsiasi gesto di allontanamento, come un possibile minaccia alla relazione. Per evitare il sempre temuto abbandono, i soggetti con disturbo dipendente investono scopi ed energie nel mantenere i legami e rendersi indispensabili per l’altro.     Come si manifesta La manifestazione sintomatica...

Read More
Disturbo Paranoide di Personalità

Disturbo Paranoide di Personalità

  Che cos’è il disturbo Il Disturbo Paranoide di Personalità è un disturbo di personalità caratterizzato principalmente da un quadro pervasivo di diffidenza e sospettosità nei confronti degli altri (le cui intenzioni sono interpretate malevolmente), che compare entro la prima età adulta e si manifesta in una varietà di contesti con la presenza di almeno quattro dei seguenti sintomi:   sensazione o aspettativa immotivata di essere sfruttato, danneggiato o ingannato dagli altri dubbio non giustificato della lealtà o affidabilità di amici e colleghi riluttanza a confidarsi con gli altri a causa del timore ingiustificato che le informazioni possano essere usate contro di lui tendenza a rintracciare significati nascosti umilianti o minacciosi in eventi neutri o benevoli tendenza a serbare rancore ed a non perdonare insulti ed offese ricevuti percezione delle critiche come attacchi al proprio ruolo e/o reputazione, associata alla tendenza a reagire con rabbia e contrattaccare prontamente dubbi frequenti e ingiustificati della fedeltà del coniuge o del partner sessuale   Il Disturbo Paranoide di Personalità è fondamentalmente caratterizzato...

Read More
Disturbo Schizoide di Personalità

Disturbo Schizoide di Personalità

  Che cos’è il disturbo Gli individui con Disturbo Schizoide di Personalità sembrano non desiderare l’intimità, appaiono indifferenti alle opportunità di stabilire relazioni strette, e non sembrano trarre molta soddisfazione dall’interazione con gli altri. Preferiscono passare il tempo da soli piuttosto che stare con altre persone. Spesso appaiono socialmente isolati o “solitari”, e quasi sempre scelgono attività o passatempi solitari che non implicano l’interazione con gli altri. Appaiono distaccati e freddi, estremamente riservati e indifferenti all’approvazione o alle critiche degli altri e ai loro sentimenti. Hanno scarsa capacità ad esprimere sentimenti sia positivi che negativi verso gli altri e a provare piacere nello svolgere qualsiasi attività. Nonostante questo distacco nelle interazioni sociali, i soggetti schizoidi possono svolgere le loro attività lavorative con grande impegno e successo.   Come si manifesta La caratteristica distintiva di questi soggetti è l’isolamento sociale e l’anaffettività; difficilmente provano emozioni forti, positive o negative che siano e questo li fa sembrare estremamente passivi rispetto alle avversità o ai piaceri della vita.  L’aspetto che distingue questo...

Read More
Disturbo Schizotipico di Personalità

Disturbo Schizotipico di Personalità

Che cos’è il disturbo La caratteristica essenziale del Disturbo Schizotipico di Personalità è un quadro pervasivo di deficit sociali ed interpersonali, accentuati da un disagio acuto dovuto alla costante sensazione di essere e sentirsi diversi dagli altri. Il contenuto del pensiero è tipicamente pervaso da idee di riferimento (cioè, interpretazioni scorrette di avvenimenti casuali e di eventi esterni come se avessero un significato particolare ed insolito specificatamente per la persona), possono essere superstiziosi, o preoccupati da fenomeni paranormali. Spesso presentano anche un’ideazione paranoide per cui tendono ad essere sospettosi verso gli altri. Sono presenti anche credenze bizzarre e una sorta di pensieri magico per cui il solo fatto di pensare le cose può dare l’illusione a questi soggetti di essere responsabili di alcuni eventi. Spesso riportano esperienze percettive anomale e il loro comportamento appare agli occhi degli altri come eccentrico e bizzarro. Questo quadro sintomatico può portare ad episodi psicotici di breve durata e anche se c’è una forte similitudine sintomatica con i disturbi psicotici, i pazienti affetti da...

Read More
Contact Form Powered By : XYZScripts.com